Die Totdenkerin (Fran Dorf)

Uno psicothriller non ancora tradotto in italiano.

Laura Wade è una bellissima donna che proviene da una famiglia molto ricca. Nessuno può immaginare che possa commettere un omicidio, eppure, questa signora un giorno si presenta al commissariato autodenunciandosi per l’omicidio di un’amica di famiglia.

Il dettaglio che la rende sospetta è che lei conosce il numero di coltellate con cui la vittima è stata sfigurata al volto: dieci. Nessun altro lo sapeva.

Ciononostante, una testimone oculare dell’omicidio, continua a dire che l’assassino era un uomo: indossava una maschera, ma era sicuramente un uomo. E allora? Forse Laura Wade ha incaricato un killer di uccidere una presunta rivale?

La cosa strana è che Laura Wade insiste nel dire di aver ucciso la donna a… distanza. Col pensiero.

Dice che il suo pensiero si tramuta sempre in realtà, anche se lei a volte non lo desidera.

Ovviamente, il detective Culligan, incaricato delle indagini, la manda subito da uno psicologo per capire se la signora sta dando di matto o se c’è del vero in quello che dice.

La verità, che come ogni thriller anglosassone che si rispetti, viene rivelata solo negli ultimi due capitoli, è molto diversa.

La personalità di Laura Wade resta poco credibile: piange spesso, è lagnosa all’inverosimile, sottomessa a tutti come un cane al padrone. In più punti nel libro si ripete quando sia brava come madre, eppure i figli li nomina pochissimo e, nel corso della vicenda, sono quasi inesistenti.

E’ uno psycothriller: pochissima azione, solo una scena all’inizio e una alla fine. Tutto il libro consiste in pensieri e dialoghi dallo psicanalista (non credo sia un caso che Fran Dorf, l’autrice, abbia studiato psicologia all’università di New York).

L’ho finito solo perché il tedesco – essendo tradotto dall’inglese e trattandosi di un romanzo non molto complesso – era alla mia portata. Se fosse stato in italiano, non avrebbe avuto molte attrattive

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.