Il tempo dell’attesa (Elizabeth Jane Howard)

In questo romanzo, che è il secondo volume della saga dei Cazalet, la seconda guerra mondiale è iniziata. Rupert, il fratello più giovane, è scomparso in Francia durante un’azione bellica, e non ha visto nascere sua figlia Jules. Sua moglie Zoe è molto cambiata dopo aver perso il bambino avuto dall’amante, e ora è totalmente presa dalla neonata.

La giovane Louise, nonostante il parere contrario dei genitori, è entrata in una scalcagnata compagnia di teatro, dove conduce una vita molto bohémienne e ai limiti della fame. Ma è contenta così. Le basta non incontrare il Padre, Edward, che la rende oggetto di attenzioni morbose.

Per il resto, la vita dai Cazalet si svolge con i soliti ruoli: le donne sferruzzano più di prima e gli uomini si occupano della guerra e della segheria.

Gli allarmi aerei ormai sono all’ordine del giorno ma neanche quelli che abitano a Londra ci fanno tanto caso: se la bomba ti cade addosso è tutto finito, ma se cade da un’altra parte, tanto vale continuare ad andare a cena e al teatro.

I giovani si annoiano nella casa di campagna dei Cazalet, e di un sacco di argomenti non si può parlare (sesso, malattia…).

Sybil è gravemente malata ma non vuole dirlo al marito, che invece lo sa, ma non vuole che la moglie lo sappia. Edward invece continua la sua relazione con Diana, che è ancora incinta di lui.

Non mi sono molto piaciute le parti dedicate ai bambini e ai loro discorsi: sono ben costruiti dal punto di vista infantile, a volte ti fanno sorridere, ma a lungo andare, stancano.

Nel complesso, il primo volume mi è piaciuto più di questo.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.