La biblioteca portatile di Paul Auster

Date un’occhiata a questo video – lo condivido con voi e ve lo riassumo, perché mi piace troppo l’idea di una piccola biblioteca da portarsi sulle spalle!

L’intervistatore ci scherza su con Paul Auster, però, se fossi in lui, questa cassettina io la brevetterei…

Così veniamo a scoprire alcuni degli autori che hanno incantato Paul Auster (che parla in francese, visto che ha trascorso alcuni anni della sua gioventù a Parigi, anni di cui parla anche in “Hand to Mouth).

Il primo che nomina è Candido, di Voltaire: dice che ne è rimasto affascinato a 15 anni. Ma poi anche Poe, Hawthorne, Joice, Kafka, e, finalmente, il nostro Collodi, con Pinocchio.

Di Auster sto leggendo 4 3 2 1: lo finirò tra un paio di anni, poi vi dirò…

6 Comments

Filed under Arte, book, Libri & C.

6 responses to “La biblioteca portatile di Paul Auster

  1. Di Auster non ho letto nulla finora, ma mi ispirano la Trilogia di New York, ed il Diario d’inverno

    Liked by 1 person

  2. Ciao! 🙂 Avevo il dubbio, che alla fine ho fugato: ho già la Trilogia di New York. Buon pomeriggio. 😉

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.