Sospeso. Un’altra volta…

image

L’avevo iniziato e sospeso due anni fa. L’ho ripreso in mano ieri perché ne ho sentito parlar bene da una booktuber (I cento libri) che ne spiegava il tema in modo approfondito. Ma non ce la faccio.

Mi è congeniale il senso: sulla necessità di adattarsi a un ideale di vita e di felicità apportando delle correzioni (o cercando di apportarle) al comportamento altrui. Ma mi annoio a leggere troppo flusso di coscienza, soprattutto quello del padre Alfred, che a volte sconfina nell’ingegneria, a volte nella demenza (solo per fare un esempio: ad un certo punto inizia a dialogare con una cacca immaginaria).

Inoltre, non mi piacciono in generale i romanzi corali. E questo è un flusso di coscienza corale.

Sospeso a pagina 315 su 599 (ma magari tra due anni ci riprovo).

Advertisements

1 Comment

Filed under Libri & C., Scrittori americani

One response to “Sospeso. Un’altra volta…

  1. Anch’io non sono una grande ammiratrice. Non ci riesco proprio a leggerlo Franzen… :/

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s