Leggiamo più velocemente!

Holger Backwinkel, Peter Sturtz
Non è stata una buona idea quella di prendere un libro sulla lettura veloce in tedesco: un testo in una lingua del genere, se non sei madrelingua, ti costringe troppo spesso a fermarti o a tornare indietro su vocaboli sconosciuti. Però se non sono riuscita a fare bene gli esercizi di lettura, sono utili quelli sul colpo d’occhio, che ti aiutano ad allargare il campo visivo utilizzando dei numeri, prima a tre, poi a quattro, cinque e infine a sei cifre.

E poi c’è una parte che fornisce una serie di consigli generali che possono tornare utili a tutti. Eccoli:

  1. scegliere bene le parti del giorno in cui si legge, evitando i momenti in cui si può essere stanchi (es. appena dopo mangiato), perché questo influisce sulla concentrazione, e dunque sulla velocità di lettura.
  2. i momenti in cui si leggono devono essere liberi da interruzioni e distrazioni: ognuno si regoli da sé, perché ognuno sa quando è più probabile ricevere visite o telefonate.
  3. spegnere la TV e non lasciare la musica accesa: molti leggono con musica in sottofondo ma il cervello ne è disturbato, anche se non ce ne accorgiamo direttamente.
  4. leggere un certo tipo di testo per volta: posta, testi tecnici, romanzi, volantini… il cervello entra in modalità diversa a seconda del contesto e questo lo aiuta ad apprendere i contenuti in modo più rapido.
  5. evitare salvaschermi in movimento: mentre leggiamo un testo sul ripiano della scrivania, il cervello capta spostamenti di luce e colore che avvengono nei paraggi e la concentrazione ne risente.
  6. leggiamo col cervello, non con gli occhi. Ci interessano i concetti, non le singole parole (a meno che non leggiamo poesia o testi narrativi particolarmente poetici, direi io…), dunque non è necessario leggere tutto (consiglio che io trascrivo ma che non riesco a mettere in pratica).
  7. date un’occhiata al testo da leggere prima di iniziare la lettura vera e propria: serve al cervello per entrare in sintonia col testo e notare se ci sono parti in grassetto o titoli che lo orientano verso un certo argomento.
  8. fate attenzione a parole come “e, inoltre, in aggiunta, nonché” oppure “al contrario, invece, però, tuttavia” che ci dicono se il pensiero centrale del paragrafo prosegue per una certa direzione (e allora, una volta acquisito il pensiero centrale si può saltare qualcosina) o se si aggiungono elementi contrari (ancora da acquisire).
  9. non applicare la lettura veloce per più di 15 minuti alla volta: dopo questo lasso di tempo, l’attenzione diminuisce. Meglio leggere più volte durante il giorno che in una sessione unica di due ore.

Un suggerimento che ho sentito su youtube, è di accelerare la propria lettura esercitandosi a leggere alla velocità massima: all’inizio non si capisce molto ma dopo un po’, il cervello si abitua e assorbe, quasi a livello subliminale.

C’è gente che legge un libro al giorno.

Li invidio. Ma nonostante mi interessi di lettura veloce, non sono così motivata ad accelerare la mia, soprattutto quando leggo narrativa. Per i saggi è una cosa, ma la narrativa è bella da leggere con calma, assaporarne le similitudini e le metafore, fermandosi a riflettere e a fare confronti con la propria realtà (non parliamo neanche di poesia, che non rientra nelle mie abitudini, ma che mal si adatta alle regole della lettura veloce).

1 Comment

Filed under automiglioramento, Libri & C., Saggi, scrittori tedeschi

One response to “Leggiamo più velocemente!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s