Come mollare tutto e cambiare vita (Alessandro Castagna)

Appena finito di leggere. L’ho comprato di getto, dopo averlo visto sullo scaffale al supermercato. Allo stesso tempo, stavo leggendo “Le coincidenze” di Deepak Chopra, che parla di sincrodestino.
Bè, ultimamente tutti attorno a me sembrano essersi messi d’accordo sul portarmi sempre a questo argomento: andarsene.
Ieri, dopo aver incontrato un’amica che non vedevo da anni, finiamo sempre col parlare di espatriare e di conoscenze comuni che lo hanno già fatto. Ieri sera, a cena da una coppia di anziani, che di andarsene dalla casetta nuova non ci pensano neanche lontanamente, accendono la TV (cosa che non sopporto: se ci sono ospiti, per cosa devi ascoltare la TV??) e al telegiornale parlano di paesi in cui si può espatriare…

Deepak, devo ascoltare queste sirene?

Comunque, tornando al libro: molto intelligente la prima parte, in cui si parla della psicologia della fuga. E mi ha ricordato la storia che ho letto di recente, forse proprio in Chopra (tutto collegato…) del saggio alle porte della città che dice a tutti quelli che vogliono stabilirvisi come la gente dentro sia uguale a quella che il viandante ha lasciato alle sue spalle.
Non bisogna andarsene solo per scappare da qualcosa, bisogna andarsene verso qualcosa, di ben definito o definibile, anche a costo di farsi il culetto.

La parte del libro che parla di alcuni paesi scelti dagli italiani come meta permanente, dà delle dritte sul lavoro, sul mercato immobiliare, sulla gestione del denaro.

Infine, poche e succinte esperienze di vita: forse questa è la parte più debole del libro, perché io mi aspettavo delle esperienze scritte in prima persona, non riportate. D’altronde, questo libro nasce dal sito http://www.voglioviverecosì.com e non penso volesse rubarsi i lettori da solo.

La regola numero uno è questa: bisogna darsi da fare. La lingua è il primo pre-requisito (a volte più di una), e deve essere ben masticata.

Ma io credo che ancora prima di mettersi a imparare la lingua, ci sia davvero da guardarsi dentro. Se ci portiamo dietro i nostri fantasmi, ovunque andremo vedremo lenzuoli che volano.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s