Villa dei cani (Giorgio Chiesura)

Quando ho iniziato a leggerlo, dopo mesi che non prendevo in mano un romanzo, mi son detta: Ah, finalmente un romanzo che mi prende di nuovo!
Belle descrizioni di paesaggi e stati d’animo, mai troppo lunghe né troppo corte. Bella storia (un ex kapò sopravvissuto ai campi di concentramento che torna a casa e che non riesce più a toccare altro essere umano).

Poi però il tema della solitudine e dell’incomunicabilità degli orrori dell’olocausto si incarna nel feticismo spinto agli estremi.
Il protagonista – voce narrante – incontra una ragazzina di campagna che la nonna gli ha mollato là come tuttofare (tutto, nelle intenzioni della donna, e forse anche nelle aspettative della ragazzina). Non riesce a toccarla, sebbene ne sia molto attratto sessualmente, e così finisce col sviluppare l’ossessione di fotografarla nei minimi dettagli. Tutto il giorno a fotografarla.

Il dubbio più grande, e che mi ha fatto sospendere la lettura, è fino a che punto la licenza poetica non sconfini nella pornografia.
Quando mi sono trovata davanti a un passaggio del genere, ad esempio:

Avevo fotografato con insistenza il suo ano, quel piccolo bottone concavo di pelle bruna corrugata, quel foro strettamente chiuso dal suo robusto sfintere, sapendo che dietro a quello, nell’oscurità delle viscere, si svolgeva l’incomprensibile e misterioso processo per cui tutto ciò che le entrava dall’orifizio della bocca si trasformava entro di lei in succhi e linfe vitali, si trasmetteva al suo sangue, nutriva il suo esterno splendore.

Però, io non me ne intendo, di arte.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s