Tutto quello che devi sapere per stare da Dio – Candace B. Pert

Il sottotitolo recita: Le basi scientifiche della salute emozionale e psicosomatica.
Non metto in dubbio che l’autrice, neuroscienziata e farmacologa che ha eseguito seri studi sulla cura dell’AIDS, conosca davvero le basi scientifiche della salute emozionale e psicosomatica. Ma di sicuro non ne ha parlato approfonditamente in questo libro, forse l’ha fatto nel libro precedente, Molecole di emozioni.
Parla sì di ricettori di peptidi sulla cellula, di come la vibrazione sia una caratteristica essenziale delle cellule e dei corpi, di come la memoria sia insita non solo nel cervello ma in tutto il corpo (mi ricorda “Il corpo cosciente” di André Cognard), agli effetti fisiologici del perdono e della felicità (il tutto misurato anche in laboratorio su piastre di Petri)… ma mi condisce il tutto con un’enormità di dettagli insignificanti.

Mi spiego: i contenuti suddetti vengono presentati come li ha esposti a vari convegni che ha fatto in giro per il mondo e durante conversazioni con amici. Ne consegue che per pagine e pagine va avanti a parlarmi di come era il tempo il giorno che sono sbarcati a Roma, di che colore aveva i capelli la tipa che ha fatto la tal domanda al tal convegno, cosa stava bevendo mentre parlava con il suo chiropratico, come si sentiva mentre esponeva i suoi risultati alla platea, quanto grandi erano i fiorellini del viale che portava all’auditorium… robe così.

Se compro un libro che parla di psicosomatica, non mi interessa come era il vestito della dottoressa che ha tenuto il discorso prima di lei al convegno!
Mi sono proprio innervosita. Chissà che neuropeptidi mi sono andati in circolo a forza di saltar pagine!!

La mente non è il prodotto di nessun organo, nemmeno del cervello. La consapevolezza è una proprietà dell’intero organismo; (…) Il corpo è la mente inconscia.
(…) il ricordo è immagazzinato in tutto il corpo, non solo nel cervello.
(…) se però i sentimenti vengono repressi, possono portare quello stesso ricordo ben al di sotto della consapevolezza, dove può influenzare percezioni, decisioni, comportamento e anche la salute, tutto inconsciamente.
(…) Proprio come fanno le droghe, le emozioni innescano stati alterati di coscienza, ciascuno con differenti memorie, comportamenti, posture e persino processi fisici.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s