Fruttalia – Luca Speranza e Silvio Sciurba

image

E siamo al fruttarianesimo. Ben oltre il vegetariano e il vegano.
Cosa mangia un fruttariano? (o fruttaliano?) Dipende…

Fruttaliano: solo cibi di origine vegetale, frutta e verdura, sia cruda che cotta.

Fruttaliano crudista: come il precedente, ma solo crudo.

Fruttariano: solo frutta cruda. Neanche le verdure, dunque…

Fruttariano simbiotico: solo frutta cruda colta e mangiata dagli alberi che incontra o che lui coltiva. Ma questa categoria è solo sulla carta o esiste qualcuno che vive così al giorno d’oggi?

Gli autori (che non sono né medici né nutrizionisti, ma solo due persone che hanno intrapreso una percorso testato sul proprio corpo) puntano bene i piedi: serve un periodo di transizione, non si può diventare fruttariani o fruttaliani dall’oggi al domani, perché siamo troppo inzozzati delle porcherie che ci buttiamo nello stomaco.

La filosofia di fondo è che non servono milioni di tonnellate di cibo industriale per vivere. Le calorie stesse perdono di significato perché si ragiona in termini di nutrienti: col cibo spazzatura ne mangio tanto e non sono mai sazio di nutrienti, con la frutta e la verdura posso mangiare meno (in termini di calorie) ma ottenere tutto quello che mi serve.

Fino a una certa età il corpo è in grado di tollerare quasi tutto, soprattutto in gioventù, ma poi inizia irrimediabilmente a cedere al lento logorio.

Chi? Io? Se sono fruttariana?
No. Mangio ancora cereali e noci varie e legumi. Ma sperimento.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s