Solo crudo, Stefano Momentè e Sara Cargnello

L’approccio crudista allo stesso tempo mi affascina e mi inorridisce.

Mangiare sempre e solo alimenti oltre che crudi, freddi, diciamocelo, non è proprio il massimo.

Il libro è esauriente nel testimoniare quanto bene faccia quest’alimentazione e del perché diventare crudisti, bla bla bla e conferisce valore alle teorie con una piccola bugia a pagina 63, in cui si scrive quanto il sostenitore e curatore di questo regime (Norman W. Walker) sia vissuto fino a 118 anni grazie questo tipo di alimentazione, quando invece su wikipedia scopro che è deceduto a 99 anni (bell’età Norman, ma mia nonna Maria è vissuta fino a 104 da carnivora…).

Arrivata in questa piovosa e triste domenica di Febbraio alla fine di questo libro, anche con tutti i miei buoni propositi di provare a cucinare, scusate, volevo dire “frullare o essiccare”, una delle ricette, perdonatemi, ma non me la sento.

La mia conclusione al Raw food è questa: se volete tenervi un marito (a meno che non sia uno sfegatato crudista), cucinategli le fettuccine al posto delle zucchine affettate sottilmente condite da salsa di funghi cruda….

Tempo di lettura: 1 giorno

Ilaria Tami

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s