Lo zen e la cerimonia del tè

Bevendo circa un litro di tè verde al giorno, ogni tanto mi vien voglia di leggere un testo in merito, e sono arrivata a questo classico della Feltrinelli.
Ci si accorge subito che Okakura è arrabbiato. Ce l’ha con gli occidentali che non capiscono l’Oriente, e coi cinesi e coi giapponesi che rinunciano alle loro millenarie tradizioni per occidentalizzarsi. Dopotutto, questo libro è stato pubblicato per la prima volta nel 1906: l’apertura del Giappone al mondo occidentale scotta ancora. E Okakura è uno di quelli che ha studiato alla Tokyo Imperial University, che dell’occidentalizzazione ha fatto quasi un must. Fatalità, è proprio seguendo le lezioni di un occidentale, Fenollosa, che Okakura riscopre i valori antichi.

Non troverete accenni alle capacità salutari del tè in questo libro. Il tè è una scusa per metaforizzare la tradizione orientale. Si parla dell’arte di disporre i fiori, dell’influenza dello Zen, dell’arte, dell’architettura della stanza del tè, delle scuole… lo Zen, e dunque la cerimonia del tè, devono celebrare l’imperfezione.
Dunque, per trasposizione, l’asimmetria:

“Se c’è un fiore vero, non sono ammessi fiori dipinti. Se il bollitore è rotondo, il bricco dovrà esser spigoloso. Una tazza di smalto nero non dovrà essere accompagnata a una scatola per il tè in lacca nera. Quando disponiamo nel tokonoma un vaso o un bruciaprofumi, dobbiamo aver cura di non situarlo esattamente nel centro, perché non divida lo spazi in parti uguali. la colonna del tokonoma dovrebbe essere di un legno diverso da quello delle altre colonna, al fine di evitare ogni effetto di uniformità.”

Per la cronaca: sono due settimane che vado avanti a Hojicha, ma non vedo l’ora di finirlo. Il tè tostato non mi piace così tanto…

2 Comments

Filed under Libri & C.

2 responses to “Lo zen e la cerimonia del tè

  1. E poi ci sono sfumature sulle quali non mi sarei soffermata probabilmente mai: “Il tè non ha l’arroganza del vino, né la supponenza del caffè e neppure la leziosa innocenza del cacao.”
    un saluto

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s