Scrivere romance


Stephen King una volta ha detto più o meno così: mentre “Il signore degli anelli” è una grande saga sulla lotta tra il bene e il male, “Twilight” è incentrata solo su quanto importante sia… avere un ragazzo.
Bè, dopo aver letto “The basic of romance” di R. Estrada e R. Gallagher in “The complete Handbook of Novel Writing“, non mi meraviglio: “Twilight” è romance, non horror (scoperta che ha deluso anche me quando sono andata a vedere il film, io che sono sempre alla ricerca di begli effetti speciali).
Ma cos’è un romance? Vi riporto (un po’ traducendo, un po’ spiegando) alcune dritte delle autrici soprannominate.

Non importa che si tratti di western, mystery o fantascienza finché il tema principale è il romance (praticamente, la storia d’amore). Ogni storia in cui il tema principale sia l’amore tra un uomo e una donna, è romance. Con alcune caratteristiche fisse.
– Il Lui della situazione non picchia mai, mai, mai la Lei (ci sono le eccezioni, ma restano tali).
– Dalla prima all’ultima volta che Lui incontra Lei, l’eroe e l’eroina sono profondamente consapevoli l’uno dell’altra. Magari non si piacciono subito, ma devono sempre esserne consapevoli. Questa consapevolezza sale, cambia e si riarrangia per tutta la durata della storia e culmina nel finale.
– L’eroe e l’eroina devono stare insieme il più possibile. Nelle scene in cui sono necessariamente divisi, l’assente deve essere presente nella mente del lettore attraverso memoria, preoccupazioni ecc…
– Ogni volta che sono insieme, i sentimenti dei due protagonisti devono sviluppare un diverso aspetto. Le loro emozioni si rafforzano, si scuotono, sono minacciate e, mentre la storia va avanti, si solidificano nella relazione.
– I sensi dell’eroe e dell’eroina sono al limite quando sono insieme. Se stanno litigando o se sono sull’orlo del letto, la tensione sessuale deve subire un’escalation con ogni scena.

L’articolo è molto più lungo di quello che ho riportato, ma sottolineo il finale, che non è molto distante dal succo di molti libri sulla scrittura:
Leggi, leggi, leggi. La ricerca più importante è la lettura. Leggi tutto, specie nella categoria in cui vuoi scrivere. Ogni scrittore è un avido lettore. La lettura è il primo amore; poi la scrittura viene naturale.

3 Comments

Filed under Libri & C.

3 responses to “Scrivere romance

  1. Visto che il mio libro e’ ‘romance’, questo post mi ha interessato particolarmente. Mi ha stupito la prima caratteristica delineata: Il Lui della situazione non picchia mai, mai, mai la Lei.
    Mi e’ sembrato strano che questo venisse perfino menzionato. Qualsiasi atto di violenza, anche solo verbale o emotiva, nei confronti di un’altra persona, difficilmente puo’ scaturire in una vera storia d’amore. A meno che non ci sia un’inversione di rotta, una vera conversione da parte del violento.

    Concordo pienamente con il leggi, leggi, leggi. Un buon scrittore deve prima di tutto essere un ottimo lettore🙂

    Like

    • Ciao Martina! Si capisce poco perché non ho tradotto tutto l’articolo. Il primo punto era legato al fatto che i due protagonisti di solito sono in contrapposizione, magari lei ricca e lui povero, oppure lei sregolata e lui inquadrato…. il tutto crea opposizione, che è poi l’elemento necessario perchè si possa costruire una trama di qualche tipo.

      Like

      • Ciao Carissima!
        L’opposizione e’ importante, era solo che mi immaginavo il bruto che copriva di botte la nostra eroina, e non riuscivo proprio a vederci tanto amore li’ dentro😉

        Grazie per lal delucidazione!

        Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s