Evviva il pregrafismo!

Durante le ferie sono andata a trovare la mia amica Paola. Ha tre figlie (non una!), di 9, 6 e 3 anni. E la bambina di 3 anni sa già riconoscere le lettere dell’alfabeto. Al che, io, che ho un bimbo di 4 anni che non lo sa fare, le ho chiesto come è riuscita a insegnarle una cosa del genere a quest’età.
Ebbene, mi ha risposto che lei non si era neanche accorta che la bambina sapesse riconoscere le lettere, gliel’ha fatto notare la maestra dell’asilo. La bambina imparato da sola, sulla scorta delle navi scuola delle sorelle e grazie a dei libri di pregrafismo.
– Non dire parolacce! – le ho intimato.
Ma pregrafismo non è una parolaccia, e quando mi ha spiegato in cosa consisteva, ho capito l’utilità di questi volumetti. Solo che nel mio paesello immerso nel mais, i libri sul pregrafismo non te li tirano dietro come le cimici a settembre (a proposito: siamo già invasi).
Poi oggi, la sorpresa: grazie alla casa editrice Erickson, ora ho qui davanti PREPARARSI A SCRIVERE – ATTIVITA’ DI PREGRAFISMO CON FORME, LABIRINTI E SIMMETRIE, di Gabriele Klink.
L’ho sfogliato e l’ho subito messo in azione con Leonardo scegliendo gli esercizi per la sua età (il libro si rivolge a bambini dai 4 agli 8 anni). E ora mio figlio non mi lascia più in pace perché vuole fare tutti i… giochi. Lui li chiama giochi! Questo è il segnale che il libro ha colpito nel segno!
L’autrice ha testato le difficoltà dei bambini sul campo e sa di cosa hanno bisogno. Vi riporto le sue parole:

“Dal 1965 lavoro come educatrice, più precisamente come insegnante di didattica prescolare e arte, in Germania e all’estero, ad esempio nella Scuola tedesca di Puerto Montt (Cile meridionale), e in asili e scuole primarie di Kabul. Il mio compito principale era quello di preparare bambini di nazionalità diverse all’ingresso nella scuola e di seguire gli alunni nei primi anni del loro percorso di crescita artistico-creativo. Per qualche tempo ho accumulato esperienze del tutto nuove lavorando con bambini disabili e, successivamente, ho organizzato e diretto per diversi anni progetti sperimentali in ambito prescolare nel Baden-Wuettenberg. (…)
‘Fai un disegno’ era la richiesta ricorrente degli alunni. Così ho pensato di realizzare queste schede illustrate a mano, personalizzate e vivaci, che hanno conquistato subito i bambini e sono state molto apprezzate anche da tanti colleghi e colleghe (…)”

Sul sito della Erickson potete anche vedere alcune pagine del libro.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s