Come scegliete i libri da leggere?

imageDa qualche giorno ciondolavo tra i titoli. Ho preso in mano Proust, “Precauzione inutile”, poi un volume di Bettelheim (tanto perché non si dica che non leggo testi di psicologia infantile…), poi ho iniziato “Vedi alla voce amore” di David Grossman. Mi chiamava la tematica dell’olocausto, ma la scrittura, posta sotto il punto di vista di un bambino di nove anni, non mi ha invogliato a continuare, per ora (ma lo leggerò più avanti di sicuro). il fatto è che questo era il millesimo libro da che ho iniziato a tenere nota dei titoli che leggo. Insomma, non so se arriverò al duemillesimo, dunque volevo che questo fosse un libro “acchiappante”. Sono finita su “L’età forte” della Beauvoir, e la lettura fila liscia, sebbene ogni due righe Leonardo mi chiamasse dalla piscina (eravamo alle piscine comunali) per farmi vedere come si tuffava.
Non è comunque un libro millenaristico, uno di quelli che tieni sullo scaffale e che continui a fissare in attesa del momento più propizio per leggerlo con avidità.
Un volume millenaristico sarebbe stato il vocabolario. Da un pezzo mi dico che devo leggerlo. Un altro volume millenaristico sarebbe stata la Bibbia, o il Corano. Ma ormai è troppo tardi. Vorrà dire che mi darò da fare per arrivare al 2000°.
Vi lascio, perché devo cominciare subito.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s