Una morte

Barbara si svegliò quando la luce del mattino inondava già la stanza. Valentina dormiva ancora, così le parve. Vide il suo profilo infantile e il viso pallidissimo. Le sfiorò i capelli. Aveva le labbra socchiuse e sorrideva. Né il petto nè i capelli si muovevano, come se non respirasse; la sua immobilità era irreale come la sua bellezza. Barbara non aveva visto mai Valentina così bella e non poté resiste alla tentazione di toccarla e di baciarla: ma come la sfiorò ebbe un brivido di orrore. Era gelida. Alzò la coperta, vide una pozza di sangue, gettò un urlo e cadde riversa per terra.
(Paese d’ombre, Dessì)

1 Comment

Filed under Libri & C.

One response to “Una morte

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s