Nessuna pietà (da “101 storie Zen”)

In Cina c’era una vecchia che da oltre venti anni manteneva un monaco. Gli aveva costruito una piccola capanna e gli dava da mangiare mentre lui meditava. Un bel giorno si domandò quali progressi egli avesse fatti in tutto quel tempo.
Per scoprirlo, si fece aiutare da una ragazza piena di desiderio. “Va’ da lui e abbracialo,” le disse “e poi domandagli di punto in bianco: ‘E adesso?'”.
La ragazza andò dal monaco e senza tante storie cominciò ad accarezzarlo, domandandogli che cosa si proponesse di fare con lei.
“Un vecchio albero cresce su una roccia fredda nel cuore dell’inverno” rispose il monaco non senza un certo lirismo. “Non c’è più calore in nessun luogo”.
La ragazza andò a riferire alla vecchia quel che lui le aveva detto.
“E pensare che ho mantenuto quell’individuo per vent’anni!” proruppe la vecchia indignata. “Non ha dimostrato la minima considerazione per i tuoi bisogni, non si è nemmeno provato a capire la tua situazione. Non era necessario che rispondesse alla passione, ma avrebbe dovuto almeno dimostrare una certa pietà”.
Andò senza indugio alla capanna del monaco, vi appiccò il fuoco e la distrusse”.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s