La creatività femminile

La forza dell'immaginazione, Ealy C. Diane

Non ho ancora finito di leggerlo, ma certe note le posso condividere fin da ora.
E’ un libro molto “americano” quando ci sprona a visualizzazioni, meditazioni, yoga, riflessioni, respirazione… e soprattutto lo trovo americano (leggi: facilitone) nella sua ingenuità per cui, se una donna diventa creativa, automaticamente incrementa il livello di creatività anche in quelli che la frequentano. Qua siamo nel mondo degli angeli!
Uno dei punti principali che mi sono rimasti impressi, tuttavia, è che la donna, abituata com’è a reprimere la propria creatività per dedicarsi agli altri (siamo sicuri?), quando decide di regalarsi del tempo, si sente in colpa. Ma se non lo fa, l’energia creativa è destinata a incanalarsi per altre vie, specialmente patologiche (depressione, nervosismo, insoddisfazione…). Dunque prima di tutto bisogna liberarsi di questo senso di colpa, e poi trovare il coraggio di imporre (verbo forte ma necessario) agli altri il nostro bisogno di SPAZI SACRI e TEMPI SACRI.
La donna vive in casa, non è quello il suo spazio sacro? No, perché è costretta a condividerlo con altri. Ci vuole proprio uno spazio tutto suo dove possa stare da sola (la solitudine è un’ottima amica della creatività).
Sembra che dedicandosi alla propria creatività (legatissima alle nostre passioni, tanto che non ho capito come le distingue la Ealy), la nostra vita possa cambiare.
E che cambi, dunque.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s