Questa storia, Alessandro Baricco

Scrivo qui l’incipit. Dopo il primo capitolo, lo stile cambia, si torna (quasi) all’affabulazione che mi piace, ma queste prime pagine non mi hanno invogliato a continuare, dunque l’incontro con questo libro, per ora, si ferma qui.

OUVERTURE

Tiepida la notte di maggio a Parigi, mille novecento tre. Dalle loro case, centomila parigini lasciarono a metà la notte, scolando in massa verso le stazioni Saint-Lazare e montparnasse, stazioni ferroviarie. Alcuni neanche andarono a dormire, altri puntarono la sveglia a un’ora assurda per poi scivolare via dal letto, lavarsi senza far rumore e sbattere nelle cose, cercando la giacca.

Quegli spazi non li capisco. Li ritrovo in tutta questa prima overture. Li trovo di uno sperimentalismo inutile. E’ per questo che ho letto solo cinque pagine e ora lo metto da parte. In futuro, forse, lo riprenderò in mano.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s