Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, Mark Haddon

Siamo tutti un po’ come Christopher, perchè tutti, chi più, chi meno, hanno difficoltà a capire gli altri: lui non riesce a decifrare le espressioni del viso, noi non riusciamo a capire il senso profondo delle parole che sentiamo.

Ma tutti dovremmo essere un po’ di più come Christopher: dovremmo prendere da lui il suo terrore delle bugie, la sua capacità di osservare tutto, la sua capacità di non perdersi in pensieri inutili e fuorvianti come “chissà se ho spento il gas”.

Per il resto, di questo libro mi ha colpito l’ambiente grezzo: gli sconosciuti abbondano di parolacce verso un ragazzo mai incontrato prima. Anche i poliziotti. Non ci sono rapporti d’amore idealizzati: anche quello dei genitori con Christopher stesso, risente delle limitazioni di padre e padre. Realistico.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s