Il clandestino, Mario Tobino

Di Tobino conoscevo “Le libere donne di Magliano”. Il Clandestino è tutt’altra storia, ma anche qui è… storia. Dall’8 settembre, la trasformazione di un gruppo clandestino in gruppo partigiano, sfumando la vicenda sul ritiro verso le montagne, intrecciando la storia con le piccole vicende dei singoli affiliati: pura vita. E morte.

Non è un gruppo uniforme, e diventa ancora più disomogeneo nel momento in cui ci si deve unire nella lotta contro i tedeschi e i fascisti locali, che rialzano la testa. Insieme ai comunisti storici arrivano il monarchico, il prete, le donne, tutti personaggi con background ideologizzato in tutt’altra direzione oppure poco ideologizzato.

Spicca la voglia di agire, gli ideali, la speranza in un mondo migliore. Quello che a noi italiani, oggi, manca.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s