Diario, Etty Hillesum

Tempo fa mandavano una pubblicità per la giornata sull’automiglioramento: perché non hanno mandato in giro una ristampa di questo libro a ogni cittadino in grado di leggere? Questa Etty scrive per capire meglio se stessa, lavora sul proprio io (o su Dio? O sono la stessa cosa?), vive respirando sofferenza e cercando di ricavarne energia vitale. E ci riesce, se continua a dire, fino all’ultima riga, che la vita è bella. Dà coraggio anche a me, che non vivo nell’imminenza della deportazione in un campo di sterminio (speriamo che questo effetto duri a lungo…).

E allora mi viene spontaneo il confronto tra lei e un ragazzo altrettanto giovane, con cui ho scambiato poche righe tempo fa, che ha autopubblicato un libro. Gli avevo chiesto se poteva spiegarmi il significato della sua opera (lo so, non sono domande da fare, ma mi ci ero scervellata senza risultato e non volevo liquidare tutto in blocco), e mi ha suggerito di prendere informazioni sul pensiero magico… pensiero magico? Con tutti i problemi che ci sono nel mondo questo si occupa di pensiero magico???

Sono gli eventi eccezionali che tirano fuori l’eccezionale che c’è in ciascuno di noi? Questa Etty avrebbe coltivato una tale profondità spirituale se fosse esistita al giorno d’oggi, se avesse lavorato in un ufficio postale o simile, se fosse stata circondata da pubblicità di detersivi, da colleghe e conoscenti che fanno a gara nel mostrare il vestito più stravagante? Penso che la sua natura sarebbe stata travisata, l’avrebbero presa per una naif e – FORSE – anche lei, sottratta alla presenza costante della morte, non avrebbe ritenuto opportuno lavorare così tanto su di sé e si sarebbe adeguata all’immagine altrui.

Dubito inoltre, da misantropa quale sono, che CIASCUNO di noi abbia un nucleo di eccezionalità. Sì, sì, lo so, lo so, le conosco le obiezioni, non ho voglia di riportarle qui. Ma guardatevi intorno, e non parlatemi di teoria, portatemi esempi concreti, se ci riuscite…

“Il mio lavoro mi permette di rimanere sempre nei mondi elevati dello spirito”.

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s