Dostoevskij mio marito, di Anna Dostoevskaja

Dostoevskij è morto. Non ditemi che lo sapevate. Sapevate che è morto lo scrittore Dostoevskij, ma che mi dite dell’uomo, del marito, del padre? Muore nelle ultime pagine di questo libro, e se non lo leggerete, resterete convinti che lo scrittore continui a vivere nelle sue opere. Può darsi, ma intanto la moglie è rimasta vedova e i figli orfani.

All’inizio pensavo che Anna fosse una furbetta, che avesse scritto il libro solo per vendicarsi dei parenti fannulloni e mangiasoldi che l’avevano trattata con sufficienza, se non con disprezzo, all’inizio di quel matrimonio, il secondo, per lo scrittore. Non mi convinceva quella sua condiscendenza, quella sua idolatria per il genio e per il buon cuore del marito, addirittura per i suoi gusti estetici in materia di cappellini e vasellame. Poi però ho cambiato idea. Sebbene donna di intelligenza semplice (la biografia non approfondisce le psicologie, nè le tematiche filosofiche di D, ed è scritta in stile molto lineare e paratattico), seppe applicare tutte le sue capacità al servizio di Dostoevskij e della famiglia, rinunciando a lavorare per conto proprio e, spesso, alla vita di società, data la patologica gelosia dell’uomo. Avevano vent’anni di differenza, eppure Anna era totalmente assorbita dal genio di quest’uomo.

Chi mi ha consigliato il libro, mi ha detto che è stato molto criticato alle femministe per la sottomissione e la vita di rinuncia cui si è votata l’autrice. Qui però bisogna andare oltre ai sessismi, le femministe devono mettersi l’anima in pace: potrebbe essere umiliante rinnegare se stesse per dedicarsi a ricette e mestieri casalinghi a favore di un buzzurro, ma qui, ragazze, stiamo parlando di Dostoevskij, uno dei più grandi scrittori mai esistiti! Non dico che sarei capace di “scendere” al livello della Dostoevskaja, ma forse qualche compromesso sarei disposta a farlo pure io…

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s