Programmi per scrivere (e non parlo di computer)

Planning your writing career (Dawn Copeman from http://www.newbiewriters.com)

Ho lanciato un sondaggio sul sito di Newbie-Writers chiedendo in merito ai progetti commerciali legati alla scrittura: “Hai un progetto che ti aiuti a pianificare la tua vita da scrittore?” E circa l’87% delle persone non ce l’aveva. Ad essere sinceri, me l’aspettavo. Neanche io avevo un programma nel mio primo anno da scrittore. “Scrivere è un esercizio creativo” mi dicevo, “perciò non devo incasellarlo in un programma”. Ma mi sbagliavo.

Ecco, senza un programma di scrittura è difficile capire quanto scrivi. E’ difficile spingerti verso nuovi obiettivi di scrittura, cercare altri mercati, partecipare attivamente a concorsi o perfino raggiungere il numero di parole che hai in mente per quel romanzo su cui stai lavorando. Senza un programma la tua scrittura va messa semplicemente da parte e alla fine della settimana ti ritrovi a non aver scritto nulla. Non va bene se vuoi vendere il tuo lavoro o finire il tuo romanzo. Per far decollare la tua carriere hai davvero bisogno di un programma di business sulla scrittura.

Cos’è un programma di business sulla scrittura? Al livello base è un insieme di obiettivi che vuoi raggiungere e di scadenze entro cui vuoi raggiungerli. A livello più complesso è un piano per scrivere di più in un certo modo, aumentare le tue pubblicazioni e il numero delle riviste per cui scrivi stabilendo degli obiettivi precisi e stabilire con chiarezza quali domande inviare e a quali riviste. Siccome questo articolo è dedicato agli scrittori emergenti, ci concentreremo su un programma di business sulla scrittura di base. (…)

Come si scrive un Business Plan?

Ci sono tre stadi:

Stabilire obiettivi
Stabilire i tempi
Controllare i progressi
Gli obiettivi dovrebbero essere specifici, misurabili, raggiungibili, realistici e precisi — o almeno PIACEVOLI.

Specifici: Non limitiamoci a dire “Quest’anno voglio pubblicare qualcosa”, devi dire “Voglio essere pubblicato sulla rivista x e y o voglio pubblicare il romanzo y quest’anno”.

Misurabili: Non scriviamo “Voglio aumentare le mie pubblicazioni quest’anno” ma scrivete: “Voglio fare 10 pubblicazioni quest’anno” oppure “quest’anno invierò 50 richieste a riviste”

Raggiungibili: Non “Quest’anno scriverò due romanzi” o “scriverò due articoli a settimana” se hai solo 5 ore alla settimana per scrivere. Piuttosto: “Scriverò 3000 parole a settimana per il mio romanzo quest’anno”, o “farò ricerche e scriverò un articolo ogni due settimane”.

Realistico: non dire che vuoi guadagnare $100.000 con la tua scrittura quest’anno o che vuoi vincere il Pulitzer Prize o il Man Booker. Devi dire quello che puoi realisticamente ottenere considerando il tempo che hai a disposizione per scrivere e il tuo livello di esperienza. E’ realistico dire “guadagnerò $100 con un articolo entro la fine di quest’anno” oppure “finirò la prima bozza del romanzo entro quest’anno” oppure “parteciperò a 10 concorsi letterari quest’anno”.

Precisi: Non dire “un giorno diventerò un autore famoso”. Quando sarebbe questo giorno? Questo è un sogno, non un obiettivo. Lavorare secondo obiettivi; ci devono essere obiettivi: “Scriverò la prima bozza entro il xx.xx.xxxx” oppure “invierò un racconto alla rivista x ogni mese” oppure “spedirò il romanzo a un agente ogni tre mesi”.

Fissare i tempi

Passo successivo: considera il tempo che hai a disposizione per scrivere e pensa a quanto tempo puoi realisticamente dedicare ad ogni obiettivo in una settimana o in un mese. Può succedere che tu debba suddividere il tuo tempo di scrittura fra diversi compiti: cercare nuovi mercati, fare ricerche per articoli o ambientazioni di romanzi e racconti, scrivere lettere di presentazione, scrivere bozze di articoli o storie, provvedere all’editing delle seconde revisioni, scrivere il romanzo, pubblicizzare il lavoro ecc…

Poi devi dare una deadline ad ogni obiettivo, perchè senza di ciò non ti impegnerai per finire ogni compito entro il tempo stabilito. Per stabilire dei limiti di tempo devi considerare fattori come questi:

termini per inviare articoli (soprattutto per articoli stagionali)
termini per concorsi letterari (…)
termine entro cui vuoi scrivere i primi tre capitoli del tuo romanzo…
oppure in termini di parole: 3000 parole alla settimana per il tuo romanzo.
(…) dovresti inoltre considerare come tempo per la scrittura anche quello dedicato al miglioramento delle tue capacità; tempo per leggere libri sulla scrittura o newsletter, tempo per andare ai corsi o utilizzare prodotti sulla scrittura creativa. Devi investire tempo per il tuo sviluppo come autore.

Controllo dei progressi

Io scrivo tutti i miei obiettivi su un pezzo di carta e poi li trasferisco nel mio diario. (…) inoltro scrivo i miei obiettivi immediati nell’agenza tra le “cose da fare”. (…)

Leave a comment

Filed under Libri & C.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s